Anna dai capelli rossi: le curiosità che forse non conoscevi

Anna dai capelli rossi è un personaggio molto importante: l’abbiamo conosciuta grazie ai romanzi, a diversi film, serie animate e telefilm: scopri se conoscevi giù queste curiosità che le riguardano:




1 ) Siamo tutti abituati a conoscerla col nome “Anna dai capelli rossi” ma in realtà il romanzo si intitola così “Anna dai tetti verdi”. I tetti sarebbero quelli della casa dei Cuthbert da lei soprannominata appunto, la casa dai tetti verdi.

2 ) Come viene evidenziato nella versione prodotta da Netflix, il vero nome della protagonista è Anne con la E finale, cosa molto importante visto che in molti la chiamano Ann, facendola arrabbiare di continuo. In ogni versione della storia, il modo in cui Anna vuole essere chiamata cambia sempre, in Italia è stato Hanna, in Spagna Ana, e via dicendo.

3 ) La storia di Anna è ambientata nell’isola del Principe Edoardo, e l’autrice del romanzo si è ispirata ai luoghi dove ha veramente vissuto. Per questo motivo esistono sia la casa che molti dei luoghi presenti nell’anime che oggi sono diventati una meta turistica curata nei minimi dettagli. Infatti tanti luoghi è possibile visitarli veramente, una metà fra le più gettonate è sicuramente la casa dai tetti verdi. 

 

4 ) Nel 2008 è stato scritto un prequel della storia di Anna che è poi diventato un anime dal titolo Konnichiwa Anne, In Italia, la serie animata è stata acquistata da Mediaset che ha cambiato il titolo in “Sorridi, piccola Anna”e trasmessa su Italia 1 a partire dal 25 ottobre 2010 nella fascia mattutina e replicata successivamente. La sigla italiana della serie, intitolata Sorridi piccola Anna, è cantata da Cristina D’Avena e vede il ritorno, come compositore, di Augusto Martelli.

5 ) Oltre alla storia presentata nell’anime ci sono altri romanzi dedicati ad Anna che proseguono seguendola anche nella sua vita da adulta. Lucy Maud Montgomery continuò la storia di Anne Shirley in una serie di successivi romanzi, qui ordinati secondo l’età di Anne nel romanzo:

  • L’età meravigliosa
  • Il baule dei sogni
  • La casa dei salici al vento
  • La baia della felicità
  • La grande casa
  • La valle dell’arcobaleno
  • Rilla di Ingleside




6 ) Nel corso degli anni sono stati prodotti numerosi adattamenti del romanzo della Montgomery, tra cui vanno ricordati due film cinematografici: Fata di bambole del 1919 (questa pellicola è considerata perduta, in quanto si ritiene che non ne esista più alcuna copia) e La figlia di nessuno (Anne of Green Gables) del 1934.  Inoltre nel 2016 John Kent Harrison è regista di Anna dai capelli rossi – Una nuova vita (L.M. Montgomery’s Anne of Green Gables), un film televisivo canadese che riprende il primo romanzo e a cui faranno seguito altri due film televisivi: Anna dai capelli rossi – Promesse e giuramenti (Anne of Green Gables: the Good Stars) e Anna dai capelli rossi – In pace con il mondo (Anne of Green Gables: Fire & Dew).

7 ) Dagli anni cinquanta ad oggi sono stati svariati anche gli adattamenti televisivi della storia di Anne Shirley, tra i quali acquisì molta popolarità a cavallo fra gli anni settanta e ottanta del secolo scorso l’anime Anna dai capelli rossi diretto da Isao Takahata. Nel 1985 venne realizzata la miniserie televisiva Anna dai capelli rossi, mentre nel 2000 venne prodotta la serie a cartoni animati Anne of Green Gables: The Animated Series (In Italia rimasta inedita), entrambe prodotte dalla canadese Sullivan Entertainment. Nel 2017 ha debuttato su Netflix e CBC Television la serie televisiva Chiamatemi Anna.

8 ) Nel 1998 Yumiko Igarashi, autrice di diverse serie di successo come Candy e Georgie, ha iniziato la realizzazione di un adattamento manga dei libri della Montgomery. I primi 3 tankobon della serie, che coprono l’infanzia di Anne e il contenuto del primo libro, sono stati editi in Italia da Panini Comics con il nome di Anna dai capelli rossi, mentre sono inediti i volumi successivi che coprono il resto dell’arco narrativo. Anne of Green Gables ha avuto una trasposizione a fumetti nel 2013, Sviluppata su 4 albi in formato comic book. Disegni Giancarlo Malagutti e colori Eva Castelli.

Ti sono piaciute queste curiosità? Le conoscevi già tutte? Faccelo sapere nei commenti =)

SEGUICI SUL CANALE TELEGRAM PER NON PERDERE NESSUNA NOTIZIA:




Si ringrazia blog.screenweek.it

Comments

comments

CosmoChan

CosmoChan

Collezionista di giocattoli da più di 15 anni e amante del mondo dell'animazione è il fondatore di questo sito, che ha aperto con la speranza di far viaggiare gli utenti indietro nel tempo, ai tempi dell'infanzia, ma anche per rimanere aggiornati e creare così un punto di riferimento per tutti quelli che amano i cartoni, collezionarne i gadgets e tutto quello che ruota intorno a questo mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.