La TV dei Ragazzi RAI potrebbe tornare sulle generaliste

La TV dei Ragazzi Rai potrebbe presto tornare sulle prime reti RAI




In una recente intervista fatta a Luca Milano (direttore Rai Ragazzi) per la rivista “Tivù” veniamo ad apprendere che la TV dei Ragazzi potrebbe prossimamente ritornare sulla TV generalista, ovvero nei primi 3 canali della Rai e non solo nei canali tematici, ma attenzione ad esultare troppo, perché è stato ben precisato che non sarà come la tv dei ragazzi anni 90, vi lasciamo esattamente alle parole di Luca Milano per comprendere meglio le ipotesi che si potrebbero aprire:

“Ci stiamo preparando a vari scenari. Tornando alla nostra strategia editoriale, l’altro vero passo avanti sarà pensare alla riapertura, pur non generalizzata, di spazi dedicati ai ragazzi sulle reti generaliste. I canali specializzati sono, si, una grande offerta, ma non devono diventare un “ghetto” in un paese dove i bambini devono essere sempre più centrali, se vogliamo dare un futuro alla nazione

Che tipo di offerta immagina?

Non possiamo tornare alla Tv dei Ragazzi degli anni 90: la fruizione è cambiata, i ragazzi vanno a prendersi in autonomia gli show che interessano loro. Si potrebbe però puntare su occasioni particolari, per esempio programmando su Rai 1, magari durante le strenne, un’offerta più ampia per bambini e famiglie, o titoli teen su Rai 2. Con Rai 3 abbiamo già sperimentato con successo una collaborazione su temi importanti: penso agli speciali La stella di Andra e Tati sulla Shoa o La custodia, on air lo scorso dicembre. Possiamo studiare nuove aree di collaborazione, tenendo presente che gli sviluppi principali saranno nel campo dei contenuti digitali per ragazzi, dell’on demand, anche di social e giochi. 




Quindi non aspettiamoci una TV dei ragazzi come ce la ricordiamo noi con i vecchi programmi e contenitori che ci hanno cresciuto come “Big!, Solletico, Go cart o il più recente Cartoon flaks” ma bensì nuove aree in eventi particolari. Ovviamente noi continuiamo a sperare che prima o poi Rai torni a dedicarsi anche se in minima parte all’animazione Giapponese che nonostante abbia portato alla ribalta tantissimi anni fa ha ormai abbandonato dedicandosi quasi solo esclusivamente all’animazione europea. Secondo la nostra opinione è vero si che essendo una Tv pubblica debba dare risalto a progetti italiani ed europei, ma visto e considerato che tutti noi paghiamo il canone è anche giusto che siamo ascoltati. Pensiamo ad esempio agli ultimi anni con le varie petizioni fatte per riavere la popolarissima saga Giapponese “Pretty Cure” (che in Giappone è tutt’ora i in prosecuzione con enorme successo) lanciata proprio da Rai in Italia con ottimi ascolti e ora orfana nel nostro paese.

Vediamo l’evoluzione e speriamo che prima o poi questo trend possa cambiare. Voi che ne pensate?

SEGUICI SUL CANALE TELEGRAM PER NON PERDERE NESSUNA NOTIZIA:

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE E SCOPRI TUTTI I NOSTRI VIDEO:

Comments

comments

CosmoChan

Collezionista di giocattoli da più di 15 anni e amante del mondo dell'animazione è il fondatore di questo sito, che ha aperto con la speranza di far viaggiare gli utenti indietro nel tempo, ai tempi dell'infanzia, ma anche per rimanere aggiornati e creare così un punto di riferimento per tutti quelli che amano i cartoni, collezionarne i gadgets e tutto quello che ruota intorno a questo mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.